CULTURA e STORIA
__
L'Angelo dell'Alta Langa

Il 7 giugno 2015 in Piazza XX Settembre è stata inaugurata l'opera monumentale "L'angelo dell'Alta Langa" a firma dell'artista contemporaneo Daniele Cazzato.
L'idea di realizzare un'opera così imponente nasce dall'emozione che un episodio accaduto all'epoca della Seconda Guerra Mondiale, proprio nel paese di Bossolasco, ha colpito l'animo sensibile dell'artista. All'epoca, tutto il paese si strinse attorno ad un gruppo di ebrei in fuga dall'oppressione nazista ed accogliendoli, nascondendoli e proteggendoli, salvò loro la vita.
Incontrando questo angelo per la prima volta, vi invitiamo ad osservate le sue forme: l'ala sinistra che abbraccia e protegge e quella destra protesa, forte, pronta a fermare ogni minaccia, ma ugualmente disposta ad accogliere coloro che intendono rifugiarsi in lui.
Egli è l'esatta raffigurazione dell'amore che i nostri avi, qui a Bossolasco, qui in questa piazza, sono stati capaci di offrire a persone in difficoltà, impaurite, in cerca di protezione.
L'Angelo dell'Alta Langa si è posato in questa meravigliosa piazza, ma dobbiamo pensare che quest'opera non è solo di Bossolasco o dell'Alta Langa, ma è patrimonio universale.
Siamo in presenza una delle più importanti manifestazioni della grandezza dell'arte: la capacità che essa ha, come in questo caso, di diffondere in maniera universale il messaggio che opere meravigliose come questo Angelo portano con sé.
In questo modo, il messaggio dell'Angelo si estende oltre questa piazza, questa comunità di paese, oltre le Langhe. In questo suo volare, l'Angelo con la sua bellezza, la sua forza la sua maestosità che le mani dell'artista sono riuscite a dargli, diventa testimonianza importante per tutto il Mondo.
Questo "Angelo dell'Alta Langa" saprà emozionarvi, saprà toccarvi il cuore.
Il nostro augurio è che ciascuno di Voi possa far divenire l'Angelo dell'Alta Langa il proprio angelo, e che sotto le sue ali possa riflettere su ciò che eravamo allora e su ciò che siamo oggi.
Donne e uomini virtuosi, coraggiosi, capaci di amare il prossimo; questo eravamo noi 70 anni fa.
L'invito, di fronte a quest'opera ed al suo significato, è quello di chiudere gli occhi e guardare dentro noi stessi, cercando quell'eredità virtuosa dei nostri avi, per trovarla e spenderla subito in questa nostra vita. Quante occasioni la nostra giornata ci offre per dimostrare che siamo ancora quelle donne e quegli uomini di allora e che nulla di quell'eredità morale è andata perduta.
L'invito dell'Angelo dell'Alta Langa è di esaltare in noi le doti di generosità, coraggio, sensibilità, tolleranza, fratellanza, la capacità che abbiamo di donarci agli altri; allontanando da noi l'indifferenza, uno dei mali peggiori del nostro tempo.
Il progetto dell'Angelo dell'Alta Langa è completamente autofinanziato dalla PRO LOCO di Bossolasco ed ha bisogno dell'aiuto di tutti. Invitiamo quindi tutti coloro che condividono il nostro progetto e che apprezzano tutti gli sforzi fatti dalla proloco e da tutti quanti sono già intervenuti a sostegno del progetto a confermarci che siamo sulla strada giusta. Potrete farlo acquistando una T-SHIRTS con il logo dell'Angelo che troverete presso gli esercenti in paese, oppure con una donazione, anche piccola, alla ASSOCIAZIONE TURISTICA PROLOCO DI BOSSOLASCO Cod. Iban : IT11 X034 2546 0200 0000 0011 352















Cultura e Storia
- Centro Storico
Gastronomi
- Dove Dormire
Ospitalità
- Dove Dormire
Feste e Eventi
- Calendario

Sport
- Passeggiate
Insegne Antiche
Associazioni
Esercizi Commerciali
Sponsor

copyright 2013 © • www.bossolascolanghe.it • webmaster KELARDESIGN.COM • photo BRUNA BIAMINO